Dagli Usa all'Italia: tutti i familiari positivi al Covid

coronavirus roma stati uniti

Paura a Roma per un nuovo cluster, subito isolato, dopo che una famiglia è rientrata in Italia dagli Stati Uniti: tutti i componenti del nucleo familiare sono risultati positivi al coronavirus. La famiglia è atterrata a Fiumicino dopo aver fatto scalo a Francoforte e ha raggiunto la propria abitazione con una macchina privata. Non sembrano aver avuto contatti con altre persone.

Famiglia positiva dagli Stati Uniti a Roma

“Il nucleo famigliare è stato molto collaborativo e responsabile. Avviata immediatamente l’indagine epidemiologica, sono stati contattati dai servizi di prevenzione e sottoposti immediatamente a tampone” ha assicurato Alessio D’Amato, assessore regionale alla Sanità. Il nucleo familiare, residente nella capitale, è “rientrato in Italia dagli USA e si è posto in auto isolamento contattando prontamente i competenti servizi sanitari della Asl territoriale. Si tratta di un cluster famigliare di importazione ed è stato immediatamente avviato dal SERESMI il contact tracing internazionale sia per il volo Chicago-Francoforte che per il volo Francoforte-Fiumicino per rintracciare, come da protocollo, il resto dei viaggiatori”.

Fase 3 a Roma

Nel frattempo, Roma affronta le prime ore della cosiddetta fase 3, dopo la riapertura dei confini regionali. Secondo quanto previsto dall’ordinanza emessa dalla Regione Lazio, chi arriva in stazioni in cui transitano treni ad alta velocità e intercity sarà sottoposto alla misurazione della febbre con termoscanner.

Chi risulterà avere una temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi verrà sottoposto a tampone e, fino all’esito, dovrà restare in autoisolamento presso la propria abitazione.