Dai mobili all'acqua: tutti i bonus finanziati per il 2022

·2 minuto per la lettura
(Photo by Lorenzo Di Cola/NurPhoto via Getty Images)
(Photo by Lorenzo Di Cola/NurPhoto via Getty Images)

Non solo Superbonus del 110% o Sismabonus. Per il 2022 sono state rifinanziate le agevolazioni edilizie che durante la pandemia hanno consentito a tanti italiani di ristrutturare le proprie case. Ecco le misure e le variazioni rispetto ai mesi appena trascorsi.

LEGGI ANCHE: Superbonus 110%, cosa cambia nel 2022

Il Superbonus 110% sarà esteso a tutto il 2022 anche sulle case unifamiliari, cioè le villette. Saltano i riferimenti ai tetti Isee e viene inserito un vincolo: effettuare il 30% dei lavori entro il 30 giugno 2022. Resta l’equiparazione tra lavori trainanti e lavori trainati e la proroga fino al 2025 compreso per gli interventi nelle aree colpite da eventi sismici a partire dal 2009. Infine, è stata confermata la validità del bonus per gli impianti fotovoltaici, fino a 48mila euro complessivi. Viene invece ridotto il bonus per gli interventi di rinnovo delle facciate degli edifici: dal 90% al 60% per il 2022, ma senza limiti di spesa.

LEGGI ANCHE: Manovra, da Irpef a bollette e bonus tv: le novità

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Casa, Zambrano (CNI): "Sismabonus è un risparmio, non un costo per Stato"

Arriva una novità: il bonus del 75% per installare ascensori e montacarichi. Così si abbattono le barriere architettoniche. E' prevista una detrazione in 5 anni per le spese sostenute nel 2022, con tetto di 50mila euro per le abitazioni unifamiliari, 40mila ad appartamento per i condomini fino a 8 unità abitative e 30mila per le abitazioni nei palazzi oltre le 8 unità. Il bonus è esteso anche a “interventi di automazione degli impianti degli edifici”, comprese le spese di smaltimento dei vecchi impianti.

LEGGI ANCHE: Manovra 2022, trovato accordo su superbonus 110: salta tetto Isee

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Edilizia, 30mila imprese in più con l'effetto bonus

Confermato il bonus per l'acquisto di mobili, che deve essere legato ai lavori di ristrutturazione edilizia. Il tetto è 10mila euro (prima era 5mila euro). Infine, prorogato fino al 2023 il bonus acqua, cioè l’agevolazione per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio dell’acqua che consentono di ridurre il consumo di bottiglie di plastica. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Come ottenere il bonus perequativo a fondo perduto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli