Dal 19 al 21 settembre a Varenna 65esimo convegno Studi Amministrativi

red/Rus

Roma, 31 lug. (askanews) - Da giovedì 19 a sabato 21 settembre a Villa Monastero, a Varenna, si svolgerà il 65esimo Convegno di Studi Amministrativi, organizzato dalla Provincia di Lecco e dal Consiglio di Stato, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Dall'urbanistica al governo del territorio. Valori culturali, crescita economica, infrastrutture pubbliche e tutela del cittadino: questo il tema dei lavori che sarà introdotto dal Presidente del Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi, dopo i saluti delle autorità locali, tra cui il Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli e il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l'intervento del Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno.

La prima sessione, presieduta dal Vice Presidente della Corte costituzionale Marta Cartabia, si chiuderà con l'intervento del Presidente dell'ANAC Raffaele Cantone.

Venerdì mattina la seconda sessione, presieduta dal Primo Presidente della Corte di Cassazione Giovanni Mammone, si aprirà con l'intervento del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Alberto Bonisoli.

Venerdì pomeriggio la terza sezione, presieduta dal Presidente della Corte dei conti Angelo Buscema, sarà preceduta dall'intervento del Giudice della Corte costituzionale Giancarlo Coraggio.

Il Convegno si concluderà sabato mattina con l'intervento del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Giancarlo Giorgetti e con una Tavola rotonda moderata da Antonio Polito, vice direttore del Corriere della Sera, alla quale parteciperanno rappresentanti del mondo istituzionale e imprenditoriale, tra cui il Presidente Aggiunto del Consiglio di Stato Sergio Santoro, il Sottosegretario Stefano Buffagni e l'archistar Massimiliano Fuksas.

Il coordinamento scientifico del Convegno è affidato a Marco Lipari, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato, mentre la progettazione e la direzione organizzativa è a cura del Consigliere della Corte dei conti Amedeo Bianchi.