Dal 26 marzo l'hub di Fiumicino resterà attivo fino alle 24.

·2 minuto per la lettura
Partite nel Lazio le somministrazioni notturne del vaccino covid
Partite nel Lazio le somministrazioni notturne del vaccino covid

Nella serata di ieri, 26 marzo, sono partite le tanto annunciate somministrazioni notturne di vaccino covid nel Lazio nell’hub di lunga sosta all’aeroporto di Fiumicino. L’impianto è il primo in Italia ad aggiungere una fascia serale per la vaccinazione (che è stata possibile fino alla mezzanotte), ma presto verrà seguito anche da altri centri vaccinali della Regione con la speranza che possa diventare un modello replicabile anche in altri territori. L’obiettivo è quello di aumentare il numero di vaccinazioni riducendo il tempo necessario per farle, così da raggiungere al più presto quante più persone possibili. Il Lazio sta dimostrando tutta la sua efficenza, ora bisognerà solo mettere a sua disposizione un giusto quantitativo di dosi di vaccino covid.

Vaccino Lazio, partite le somministrazioni notturne

A sottolineare gli ottimi risultati raggiunti dal Lazio è lo stesso Nicola Zingaretti, Presidente della Ragione, durante la conferenza stampa con l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Siamo oltre i 920mila vaccinati nel Lazio – ha detto l’ex leader dem – ed anche oggi una media di oltre 20-25mila vaccini giornalieri. Ma il dato più importante per noi è il fatto che l‘incidenza giornaliera dei decessi che nel Lazio era circa al 10 per cento è arrivata quasi al 6 per cento, quindi quasi dimezzata”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Nel suo discorso il Presidente della Regione Lazio ha anche annunciato che presto nel territorio da lui amministrato verranno aperti altri centri vaccinali. Tra questi ci sarà anche la Vela di Calatrava a Tor Vergata, descritto da Zingaretti come un luogo simbolico “perché copre una grande zona di periferia urbana ed è al confine con la provincia di Roma”. “La macchina è partita – ha aggiunto – E il centro vaccinale di Fiumicino lavorerà sette giorni su sette”.