Dal 28 settembre al 2 ottobre a Milano Pre-Cop26 e Youth4Climate

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 set. (askanews) - Quattrocento giovani delegati provenienti da tutto il mondo, decine di ministri dell'Ambiente, Capi di Stato, rappresentanti Onu, oltre 500 eventi nazionali e internazionali supportati dal settore privato e dalla società civile. Sono i numeri della settimana italiana dedicata alla lotta ai cambiamenti climatici che prevede a Milano due incontri di alto profilo internazionale e un fitto calendario di iniziative. Il primo è la Pre-COP26 dal 28 settembre al 2 ottobre, l'Incontro di alto livello delle Nazioni Unite preparatorio della Conferenza delle parti sul clima (COP26) in programma a novembre a Glasgow. Il secondo è l'evento dedicato ai giovani "Youth4Climate: Driving Ambition".

All4Climate-Italy2021 sarà, invece, il grande palinsesto di eventi e iniziative pensato per accogliere, valorizzare e rafforzare i due grandi eventi internazionali, promosso dal Ministero della Transizione Ecologica e da Connect4Climate - World Bank Group, con la partecipazione del Comune di Milano e della Regione Lombardia. Le iniziative sono state presentate questa mattina a Palazzo Marino dal Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani. Alla conferenza ha partecipato con un saluto istituzionale il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Dal 28 al 30 settembre, ad aprire l'agenda, sarà l'evento Youth4Climate: due giovani per ognuno dei 197 Paesi membri dell'Unfccc (la Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) saranno impegnati in gruppi di lavoro e dibattiti. Al termine dei lavori verrà adottato il documento finale che sarà poi condiviso nell'ambito dell'incontro di giovedì 30 settembre con i ministri impegnati nei lavori della Pre-COP26.

In quello stesso giorno, infatti, il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Presidente del Consiglio Mario Draghi e del Primo Ministro britannico Boris Johnson, darà il via alla Pre-COP26. Tre giorni di lavori tra Governi e delegazioni provenienti da gran parte del mondo su aspetti politici chiave del negoziato del clima.

"È il momento - ha detto Cingolani - in cui i giovani dalla protesta passino alla proposta. La crisi climatica comporta il rafforzamento del dialogo intergenerazionale. E, a Milano sarà il momento in cui proveremo a renderlo concreto". A cogliere questo appello è stato da subito il Comune del capoluogo lombardo. "Con entusiasmo - ha detto Sala - accogliamo questi due eventi internazionali dedicati all'ambiente che il Governo ha deciso, già l'anno scorso, di realizzare a Milano. Una scelta che fin dall'inizio abbiamo condiviso e sostenuto alla luce del ruolo che la nostra città, con la partecipazione a C40 e ad altri network che includono le più importanti metropoli del mondo, ricopre sui temi del clima e della salvaguardia del pianeta".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli