Dal 31/7 vaccinazioni sotto le 500.000 somministrazioni giornaliere

·1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Analizzando l'andamento delle somministrazioni giornaliere (prima e seconda dose), considerando il valore soglia pari a 500.000 somministrazioni giornaliere, dal 31 luglio 2021 le somministrazioni giornaliere sono sotto questa soglia. Il rapporto tra le prime dosi/Popolazione residente per fascia di eta' (x 100 ab.), mostra il seguente scenario a livello nazionale per le fasce di eta' considerate: 12-19 anni (63%), 20-49 anni (74%), 50-69 (81%), 70-79 (89%), over 80 anni (93%). La media nazionale (che considera la fascia di eta' maggiore di 12 anni) e' pari al 79%.

E' quanto emerso dalla 65ma puntata dell'Instant Report Covid-19 - https://altems.unicatt.it/altems-covid-19 - una iniziativa dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Universita' Cattolica di confronto sistematico dell'andamento della diffusione del Sars-COV-2 a livello nazionale.

"Analizzando l'andamento delle somministrazioni vaccinali giornaliere - afferma il professor Americo Cicchetti, direttore dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari dell'Universita' Cattolica (ALTEMS) - si registra un calo dell'andamento delle somministrazioni dal 31 luglio ad oggi, che ha portato il valore sotto la soglia delle 500.000 somministrazioni indicate nel Piano Vaccinale Anticovid".

"Sicuramente - continua Cicchetti - l'estensione dell'utilizzo del green pass varato dal Consiglio dei Ministri nella giornata di ieri oltre che essere un modo per continuare a tutelare la salute dei cittadini puo' fungere da catalizzatore della campagna vaccinale per dare il colpo di coda all'aumento delle somministrazioni soprattutto per la fascia di popolazione che al momento ha ancora incertezza verso i vaccini".

(ITALPRESS).

fsc/com

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli