Dal 31 marzo mobilitazione lavoratori agricoli contro Dl Sostegn

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 mar. (askanews) - Martedì 30 marzo, alle 14.30, video-conferenza stampa dei segretari generali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil, Rota, Mininni, Mantegazza per illustrare i motivi della mobilitazione dei lavoratori e delle lavoratrici del settore agricolo, a sostegno della richiesta di Fai-Flai-Uila di modificare il decreto Sostegni, che partirà mercoledì 31 marzo con un presidio a Roma e proseguirà il 10 aprile davanti alle Prefetture di tutta Italia.

I lavoratori stagionali agricoli, essenziali in tutte le fasi della pandemia, "sono stati dimenticati anche dal governo Draghi, discriminati ed esclusi dal diritto di ricevere un 'sostegno'. Sono un milione le lavoratrici e i lavoratori che hanno perso giornate di lavoro a causa dell'emergenza sanitaria in corso; con loro il governo ha dimenticato anche gli stagionali degli agriturismi, da un anno senza lavoro e senza alcun sostegno al reddito", si legge in una nota.

"Vogliamo ricordare a tutti e alla politica in primis che le lavoratrici e i lavoratori agricoli sono essenziali sempre, non solo quando è stato chiesto loro di seguitare a lavorare, garantendo per mesi cibo sulle tavole di tutti. Oggi a questi lavoratori vanno garantiti diritti contrattuali, un reddito dignitoso e sostegni adeguati come ad altre categorie di lavoratori", conclude la nota.