Dal 5 gennaio revocate misure antismog in provincia di Como

Red-Asa

Milano, 4 gen. (askanews) - Da domani, domenica 5 gennaio, vengono revocate le misure temporanee di primo livello contro lo smog nei comuni con più di 30.000 abitanti, oltre a quelli aderenti su base volontaria, nella provincia di Como. Lo ha riferito la Regione Lombardia dopo che ieri, nel territorio lariano, le centraline hanno registrato il secondo giorno consecutivo con concentrazioni di polveri sottili in media inferiori a 50 microgrammi per metro cubo.

Le misure restano invece attive nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia e Bergamo, visto che i dati di ieri hanno confermato superamenti diffusi del limite del PM10, con l'eccezione della fascia prealpina.

Le misure temporanee riguardano il traffico (limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta), il riscaldamento domestico (limitazione all'uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 3 stelle, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni) e l'agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici, divieto assoluto di combustioni all'aperto).