Dal 6 agosto torna a Monopoli “PhEST – See Beyond the Sea”

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 ago. (askanews) - Al via il 6 agosto la VI edizione di PhEST - See Beyond the Sea, il festival internazionale di fotografia e arte che torna ad animare il centro di Monopoli, della Puglia e del Mediterraneo e da qui volge il suo sguardo a tutto il mondo. Una VI edizione condizionata come tutte le maniferstazioni dalla pandemia, ma che si preannuncia molto ricca, con oltre 30 mostre allestite tra spazi esterni e interni, e sicura per tutti, nel massimo rispetto della normativa Covid. Tutti i lavori selezionati dal direttore artistico Giovanni Troilo e dalla curatrice fotografica, Arianna Rinaldo, creeranno un percorso in grado di stupire il pubblico e al tempo stesso condurlo a interrogarsi e riflettere sul tema scelto per quest'anno: il Corpo.

Fino al primo novembre i visitatori del centro storico di Monopoli potranno godersi le mostre di alcuni dei più quotati fotografi contemporanei che con la loro arte andranno a cesellare uno dei luoghi più incantevoli del Mediterraneo. Più di 30 artisti internazionali colmeranno le vie, gli antichi palazzi (e gli occhi degli spettatori) con la loro arte. Un QR code sui pannelli di presentazione degli allestimenti offrirà contenuti extra ai più curiosi. L'antico Palazzo Palmieri, perla tardo barocca della città, sarà sede di alcune delle principali mostre della manifestazione ma sono numerosi i luoghi che si presteranno ad essere abitati dalle creatività degli artisti: la chiesa sconsacrata di SS Pietro e Paolo, la piccola chiesa di San Salvatore, la deliziosa Piazzetta Santa Maria, il molo Margherita, i frangiflutti sul lungomare Santa Maria, l'area dello skate park, il Belvedere e l'isolotto di Cala Porta Vecchia, l'antica muraglia e il Porto Vecchio che ospiterà Corpus Fugit, progetto speciale annuale dedicato al corpo, commissionato all'artista italo-palestinese Mustafa Sabbagh. E ancora, le acque cristalline di Cala Porta Vecchia con una mostra su piattaforme galleggianti e un originale allestimento sul fondo marino.

PhEST è fotografia, cinema, musica, arte, contaminazioni dal Mediterraneo. Nasce dalla necessità di provare a restituire una voce propria alle mille identità che compongono il mare in mezzo alle terre, e ridefinire un immaginario proprio e nuovo. L'area geografica di interesse, mai davvero restrittiva e sempre pronta a modificarsi, a estendersi, a focalizzarsi, coincide con la naturale panoramica di quello sguardo da qui, da Monopoli, dalla Puglia: il Mediterraneo, i Balcani, il Medio Oriente, l'Africa e oltre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli