Dal Brasile: "Pelé non risponde più alla chemio, trasferito a reparto cure palliative"

Dal Brasile:
Dal Brasile: "Pelé non risponde più alla chemioterapia" (Photo credit should read NELSON ALMEIDA/AFP via Getty Images)

Peggiorano le condizioni di salute di Pelé. Secondo quanto riporta "Folha de S. Paulo", l'ex campione brasiliano di calcio non starebbe più rispondendo alla chemioterapia cui si è sottoposto dallo scorso settembre dopo essere stato operato per un tumore all'intestino e sarebbe stato trasferito nel reparto di cure palliative dell'ospedale Albert Einstein, dove è ricoverato da mercoledì 30 novembre. Poche ore dopo, è arrivato il commento del diretto interessato, che ha voluto tranquillizzare i tifosi di tutto il mondo.

LEGGI ANCHE: Il Brasile in ansia per Pelè: il campione di nuovo in ospedale

L'ospedale di San Paolo non ha voluto commentare le nuove indiscrezioni del quotidiano brasiliano, secondo le metastasi avrebbero aggredito anche i polmoni e il fegato di Pelé, 82 anni. Un peggioramento che avrebbe indotto i sanitari a sottoporre l'ex campione soltanto a cure palliative. Solo poche ore dopo, l'ospedale ha fatto sapere che l'ex calciatore brasiliano sta rispondendo bene al trattamento per l'infezione respiratoria e le sue condizioni di salute non sono peggiorate nelle ultime 24 ore.

L'annuncio ha preoccupato il mondo del calcio, ma su Instagram è arrivato il commento di Pelé, che ha voluto tranquillizzare tutti coloro che sono in ansia per le sue condizioni di salute. "Cari amici, voglio tranquillizzare tutti, pensate in positivo. Sono forte, con tanta speranza e continuo il trattamento di sempre. Voglio ringraziare tutti gli infermieri e l'equipe medica per lo zelo con cui mi seguono. Ho molta fede in Dio e ogni messaggio di amore che ricevo da voi, e che provengono da tutto il mondo, mi mantengono pieno di energia. E mi fanno assistere alle partite del Brasile ai Mondiali!", ha scritto. Tra i tanti commenti spunta anche quello di Kakà, che gli dice "continuiamo a pregare, Rei".

LEGGI ANCHE: Pelé: "Sono in ospedale per la mia visita periodica"

Il quadro clinico inizilamente diffuso appare in netto contrasto non solo con le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dallo stesso ospedale, secondo cui Pelé aveva "il pieno delle funzioni vitali", ma anche con la versione della figlia Nely Nascimento, che di recente ha parlato di una situazione assolutamente sotto controllo, definendo il ricovero del padre soltanto una visita previsto dal suo programma sanitario.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Pelé, il video dall’ospedale. Ecco cosa fa con l’infermiera