Dal Cipe 79 mln a Difesa per Stazione Navale Mar Grande di Taranto

Red/Cro/Bla

Roma, 28 lug. (askanews) - Il Cipe, Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica - ha deliberato oggi lo stanziamento di 79 dei 203 milioni previsti dal programma di ammodernamento della Stazione Navale Mar Grande di Taranto, per renderla idonea ad ospitare le navi di ultima generazione della Marina Militare.

Questo atteso passaggio consentirà la cessione da parte della Marina Militare della Banchina Torpediniere in Mar Piccolo all'ADSP - MI - Autorità di Sistema Portuale Mar Ionio, che sarà convertita in porto turistico, con recupero e adeguamento delle strutture esistenti per la completa fruizione da parte della cittadinanza e ricucitura urbana con la città vecchia. Soddisfatto il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, che ha dichiarato: "Un'operazione importante portata avanti con tenacia da parte di tutti gli attori coinvolti. Restituiamo ai cittadini di Taranto la bellezza della Città dei due Mari, continuando a garantire l'operatività della Marina Militare".

La delibera arriva a pochi giorni dall'ultimo Tavolo del Cis per Taranto (Contratto istituzionale di sviluppo), che si è svolto con sotto il coordinamento del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Mario Turco.

La nuova destinazione d'uso della Banchina Torpediniere assicurerà alla città di Taranto un ritorno economico nell'ambito del comparto turistico, commerciale e paesaggistico, così come le nuove infrastrutture portuali della Stazione Navale Mar Grande rappresentano un volano per il tessuto socio economico tanto per la città quanto per il Sistema Paese.

(Segue)

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio