Dal Comune di Milano 110 posti per giovani in servizio civile

Red-Asa

Milano, 7 set. (askanews) - Sono aperti fino al 4 ottobre prossimo i termini per la presentazione delle domande da parte di ragazzi e ragazze, tra i 18 e 28 anni, che vogliono impegnarsi a favore della città, scegliendo di svolgere il servizio civile nazionale con il Comune di Milano. Sono infatti 110 le opportunità offerte dall'Amministrazione comunale per mettersi a disposizione della collettività e della cultura: un posto nel settore Ambiente, 19 nell'Assistenza ad azioni e minori, 56 nei settori dell'Educazione e della Promozione culturale, 32 a sostegno del patrimonio artistico, mentre 2 verranno inseriti all'interno della Protezione civile. L'anno scorso le domande di partecipazione pervenute agli uffici comunali erano state oltre 390.

I giovani che saranno chiamati per svolgere il servizio civile nazionale (Scn) potranno contare su un rimborso spese (assegno di servizio) di circa 439 euro mensili. Emolumento che verrà corrisposto direttamente dall'Ufficio nazionale del servizio civile (Unscn). Per maggiori informazioni sui progetti e sulla modalità per la presentazione delle domande è possibile consultare la pagina www.comune.milano.it/servizi/servizio-civile-in-comune-come-candid arsi o recarsi presso lo sportello Area Lavoro e Formazione di via Larga, 12 - 3° piano - stanza 365 - 380, dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 12 e dalle 14 alle 16.

"Il Servizio Civile volontario - ha commentato in una nota Cristina Tajani, assessora alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane - rappresenta per i volontari un'importante occasione di crescita formativa e umana. Per l'Amministrazione è un prezioso strumento che contribuisce ad aiutare le fasce più deboli della società, rafforzare i servizi ai cittadini e la valorizzazione del patrimonio urbano. Le attività che vedranno coinvolti i volontari - ha concluso Tajani - sono incardinate su progetti concreti che rendono possibile l'equilibrio tra esigenze formative dei volontari e bisogni della città: dalla valorizzazione del patrimonio artistico, all'integrazione culturale, passando per l'attenzione all'ambiente e dall'assistenza agli anziani e minori in difficoltà".