Dal flop alla Stella Rossa alla rinascita con la Fiorentina: ora Vlahovic sogna un big

·1 minuto per la lettura

Quello di Dusan Vlahovic è uno dei nomi più chiacchierati del momento. L'attaccante classe 2000 ha trascinato ancora una volta la sua Fiorentina verso la salvezza realizzando non solo una doppietta contro la Lazio nell'ultimo turno di campionato, ma la bellezza di 21 reti complessive. Numeri da urlo per il serbo, che sembra aver raggiunto la piena maturazione calcistica ed essere pronto per il tanto desiderato salto di qualità. Sono diversi i club che monitorano Vlahovic in vista della prossima stagione, soprattutto in Serie A: dalla Juventus a Milan e Inter.

Dusan Vlahovic | Gabriele Maltinti/Getty Images
Dusan Vlahovic | Gabriele Maltinti/Getty Images

Per Vlahovic si tratterebbe del coronamento di un sogno. Lui che venne scartato dalla Stella Rossa, nel lontano 2014, per un rigore sbagliato durante un'amichevole con gli acerrimi rivali della Dinamo Zagabria. Da quel momento, crescendo sulle orme di Dejan Stankovic (i due condividono la stessa città natale, Zemun) e ispirandosi a due mostri sacri del calibro di Zlatan Ibrahimovic e Marco van Basten, il talento serbo ha costruito la propria ascesa nell'Olimpo del calcio grazie al Partizan, con la cui maglia è diventato il più precoce marcatore di sempre e il più giovane a disputare il derby di Belgrado. Il destino gli ha dato ragione: ora non gli resta che confermarsi ad alti livelli, dimostrando di saper reggere le pressioni di un grande club. A suon di gol, prestazioni e un pizzico di follia.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli