Dal Wwoofing al glamping: nuovi modi di fare vacanza nella natura

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 apr. (askanews) - Cresce l'interesse degli italiani per esperienze di viaggio più attente all'ambiente, sulla scia di un nuovo paradigma di consumo sempre più sostenibile. La conferma arriva dai dati di PiratinViaggio.it, la piattaforma italiana del gruppo HolidayPirates, che mostrano come gli italiani siano sempre più attratti dai viaggi a contatto con la natura: da un recente sondaggio su 6.000 utenti è emerso, infatti, che per il 39% degli italiani l'alloggio ideale deve essere immerso nel verde, una preferenza per agriturismi, campeggi, sistemazioni ecosostenibili o soggiorni originali tra cui case sull'albero e glamping. E ancora, il 25% dei rispondenti sarebbe interessato a ricevere più offerte di "vacanze a contatto con la natura", percentuale che sale fino al 29% per la fascia d'età 18-34 anni.

La maggior propensione verso viaggi green arriva dalla Generazione Z (il 17% delle preferenze) ma è una tipologia di esperienza che condividono con una generazione molto distante anagraficamente dalla loro, quella degli over 65 che fanno registrare la stessa percentuale, più alta della media nazionale ferma al 14%.

Questo cambiamento nei trend del turismo, ha riflessi anche sul linguaggio. Dal treetop walking al glamping c'è un nuovo vocabolario della vacanza green che Babbel, la piattaforma che ha fatto dell'apprendimento delle lingue il suo core business, ha analizzato per raccontare, partendo dalle parole chiave, questi nuovi modi di vivere le vacanze o più semplicemente il tempo libero.

Quando ci propongono il treetop walking, occorre sapere che parliamo di passeggiate verticali nella foresta in cui si percorrono passerelle che conducono sempre più in alto, portando le persone a "camminare tra le cime degli alberi", per vivere e ammirare la natura da una nuova prospettiva; ma ci sono anche il tree hugging e barefooting, pratiche di earthing o grounding, che permettono di riconciliarsi con la natura attraverso la sua energia elettrica lasciando andare lo stress e aiutando a sentirsi più calmi. Spesso avviene attraverso attività che prevedono il contatto diretto con gli elementi naturali, ad esempio "camminare a piedi scalzi" (il cosiddetto barefooting) o "abbracciare gli alberi" (il cosiddetto tree hugging).

Il bio mountain retreat, invece, come suggerisce il nome, è letteralmente "ritiro biologico in montagna" ovvero una vacanza benessere in un luogo di montagna, con anche la possibilità di assaporare piatti preparati con i prodotti biologici coltivati in loco. Con il perception walking o "passeggiata sensoriale" a occhi chiusi nella natura, partecipante e guida rinunciano alla vista per amplificare gli altri sensi e sviluppare una diversa relazione con l'ambiente circostante basata su tatto, olfatto e udito.

In fatto di sistemazioni o alloggi, c'è anche chi sceglie il WWOOF, dall'acronimo inglese World Wide Opportunities on Organic Farms, e opta per un soggiorno in fattorie o aziende agricole, generalmente produttrici di prodotti biologici, in cambio del proprio contributo all'attività. Negli ultimi anni ha preso piede anche una versione glamour del camping, il glamping appunto, versione chic del campeggio dove si soggiorna all'aria aperta, ma in tende più lussuose con tutti i servizi di un classico hotel. Ma le sfumature del turismo green non sono finite: con il forest bathing, pratica nata in Giappone con il nome di shinrin-yoku, si fanno lunghe passeggiate nei boschi, ritagliandosi uno spazio per sé stessi, lontano dalla tecnologia e dalle preoccupazioni quotidiane. O, in parallelo, c'è anche chi opta per la mindful walking, una "camminata consapevole" che invita a mantenere la concentrazione sul momento presente. Infine, c'è la versione più ambientalmente sostenibile del classico albergo, l'eco hotel appunto quando l'alloggio è rispettoso della natura e si impegna nel minimizzare il proprio impatto ambientale. Una scelta che quanto prima dovrebbe diventare l'unica alternativa possibile per viaggiare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli