Dalla Chiesa, Fico: capì necessità di colpire interessi economici -2-

Pol/Bar

Roma, 3 set. (askanews) - "Siamo consapevoli - ha osservato ancora Fico - che a tutto questo lo Stato deve contrapporre l'azione delle forze dell'ordine e della magistratura, di un sempre più efficace impianto normativo, di una politica economica che sappia valorizzare le potenzialità territoriali e far fronte alle emergenze occupazionali e sociali".

A giudizio del presidente della Camera "si tratta dunque di consolidare una strategia e una programmazione di interventi in diversi ambiti che si deve accompagnare a un intenso e capillare impegno socio-culturale della collettività nello scardinare tutti i tasselli di quel sistema di corruzione e connivenze, di degrado civile e rassegnazione che è linfa vitale per la criminalità organizzata e che compromette ogni possibilità di riscatto e di progresso del Paese".

"Credo che in questo si ritrovi anche il senso più profondo della testimonianza e del sacrificio di Carlo Alberto Dalla Chiesa: nell'ambizione di disarmare i fautori del terrore e della violenza, ma anche di colpire tutti i fattori di degrado civile e di imbarbarimento sociale che avrebbero potuto compromettere le conquiste della democrazia, i benefici della libertà, le irrinunciabili garanzie - ha concluso - di uno Stato di diritto".