Dalla difesa a 4 a McKennie centrale: che cosa inventerà Pirlo per sopperire all'assenza di Bonucci con il Barça?

Niccolò Mariotto
·2 minuto per la lettura

Emergenza difesa per la Juventus. A 48 ore di distanza dall'atteso big-match di Champions League contro il Barcellona mister Pirlo non sa ancora con certezza se potrà contare su Leonardo Bonucci dopo che il difensore ieri sera contro il Verona ha lasciato anzitempo il campo per via di un problema muscolare alla coscia destra.

Jonathan Moscrop/Getty Images
Jonathan Moscrop/Getty Images

Gli esami strumentali ai quali si è sottoposto Bonucci nella giornata di oggi hanno escluso lesioni muscolari ma rimane in dubbio per mercoledì e Pirlo rischia di dover fare a meno di lui. Cosa dovrà inventarsi l'allenatore bianconero per sopperire alla sua assenza? Ieri sera contro il Verona a prendere il posto del centrale viterbese nei 3 di difesa è stato Frabotta ma con il Barça difficilmente questa soluzione verrà ripetuta.

La soluzione tattica più ovvia è che Pirlo abbandoni la difesa a 3 e torni temporaneamente a quella a 4 optando per un 4-3-1-2: sulla destra spazio per Cuadrado e sul lato opposto per Frabotta, nel mezzo Danilo ancora una volta adattato al ruolo di centrale al fianco di Demiral, unico centrale di ruolo che è rimasto a disposizione del tecnico bianconero tenuto conto delle indisponibilità di Chiellini, di de Ligt e per l'appunto di Bonucci.

Soccrates Images/Getty Images
Soccrates Images/Getty Images

In alternativa attenzione anche a McKennie: il giovane mediano americano è disponibile dopo essere guarito dal Covid-19 e potrebbe essere abbassato nella linea difensiva e ricoprire il ruolo di difensore centrale adattato assieme a Demiral e Danilo esattamente come fatto da De Rossi con la maglia della Roma e della Nazionale in più di un'occasione negli anni scorsi.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.