Dalla Regione Veneto 3.7 mln a Portogruaro per area laghetti

·1 minuto per la lettura

VENEZIA (ITALPRESS) - La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell'assessore all'Ambiente Gianpaolo Bottacin, ha finanziato, attraverso un contributo di oltre 3 milioni e 700.000 euro al Comune di Portogruaro, i costi per la prosecuzione di un intervento di bonifica a ridosso del centro storico dove - nella parte nord occidentale della città - è presente un grande capannone industriale, unico edificio superstite dello stabilimento industriale della ex fabbrica Perfosfati che produceva concimi chimici.

"Tutta l'area era interessata da contaminazione diffusa sia per la matrice terreni che acque sotterranee - spiega l'assessore Bottacin -. L'amministrazione comunale, data l'estensione dell'area, nel tempo è intervenuta per stralci ma senza riuscire a completare l'intervento. Con questo nostro contributo finanziario, per il quale abbiamo impegnato 3.735.000 euro, il Comune potrà ora procedere a bonificare un'ampia superficie di oltre 11.000 metri quadrati e corrispondente al settimo lotto dell'intervento denominato 'area dei laghetti'".

L'intervento prevede la messa in sicurezza permanente mediante asportazione dei terreni contaminati nelle aree con minore profondità di contaminazione e il realizzo di diaframma plastico verticale in cemento-bentonite e capping superficiale a sconfinamento delle aree maggiormente interessate in profondità.

"Come d'abitudine, anche in questo caso - conclude l'Assessore - abbiamo applicato un approccio altamente scientifico nell'individuazione dell'area oggetto del finanziamento, partendo dall'anagrafe dei siti contaminati predisposta dal nostro braccio operativo rappresentato da Arpav e che è poi stato ulteriormente analizzato dagli uffici regionali sulla base di aggiuntivi elementi di raffronto".

(ITALPRESS).

mgg/com