Dall'abolizione del diritto all'aborto negli USA ai cambiamenti culturali. Parla la deputata Boldrini

Laura Boldrini
Laura Boldrini

La deputata del Partito Democratico (PD) Laura Boldrini è intervenuta ai microfoni di alanews durante il Festival “Il Libro Possibile“, che si è tenuto a Polignano a Mare. La Boldrini ha parlato di femminismo partendo dall’abolizione del diritto all’aborto negli USA e finendo con dei piccoli gesti che dividono i sessi.

Laura Boldrini (PD) dice la sua sulla sentenza della Corte Suprema USA che abolisce il diritto all’aborto

Sulla sentenza della Corte Suprema statunitense, Laura Boldrini non poteva che essere contraria. La deputata del PD ha definito la decisione della Corte “oscurantista” che “straccia cinquant’anni di battaglie femministe e riduce i diritti delle donne“. La Boldrini è anche preoccupata per la sicurezza delle ragazze che vogliono usufruire della pratica dell’aborto. Dato che le donne dovranno abortire clandestinamente, secondo la deputata si è “giocata una partita sporca sul corpo delle donne“.

Boldrini: “Le donne dovrebbero riuscire ad essere più compatte”

Laura Boldrini ricorda anche che “i diritti non sono per sempre“. Questa è la lezione che si deve imparare dalla sentenza della Corte Suprema degli USA. Per far valere i propri diritti non bisogna darli per scontati e le donne, dunque, secondo la Boldrini, dovrebbero essere “più reattive, più parte in causa, riuscire ad influenzare le scelte politiche. Le donne dovrebbero riuscire ad essere più compatte, cosa che purtroppo non accade nel nostro paese“.

Boldrini: “Giovani più vecchi dei loro nonni”

La deputata del PD poi ha sottolineato come nelle battaglie femministe il dato anagrafico non sia un fattore da tenere troppo in considerazione. La Boldrini ha infatti affermato che “ci sono giovani che sono più vecchi anche dei loro nonni”. A tal proposito ha dichiarato: “Conosco donne femministe che hanno 80 anni che sono molto più aperte e coraggiose di tante ragazze che ne hanno 18”.

Boldrini: “Cominciamo a non dare più Barbie e pentole alle bambine”

Laura Boldrini propone un cambiamento culturale per combatter certi stereotipi. La deputata ha dichiarato che “bisogna iniziare nelle scuole, nell’educazione, a non dividere i compiti. A non dare alle bambine le pentoline e le Barbie, ma farle sognare in grande dando anche a loro le astronavi o il maccano“. La Boldrini ha concluso la sua intervista dicendo che bisogna “smetterla con queste distinzioni e smetterla di chiudere gli orizzonti delle nostre figlie“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli