Dalle Nazioni Unite arriva il monito a considerare di più fattori come la povertà e le disparità

l'Onu spiega che sulla Terra abbiamo superato gli 8 miliardi
l'Onu spiega che sulla Terra abbiamo superato gli 8 miliardi

Giusto mentre a Bali si tiene il G20 e da poco si è tenuta la parte viva della Coop27 l’Onu fa il conto e avvisa: “Simo più di 8 miliardi sulla Terra, prediamocene cura”. Dalle Nazioni Unite arriva dunque il monito a considerare di più fattori come la povertà e le disuguaglianze. Il dato lo ha riportato un lancio Ansa: “La popolazione mondiale ha superato gli 8 miliardi di abitanti, secondo una stima ufficiale delle Nazioni Unite”.

“Siamo più di 8 miliardi sulla Terra”

E per l’Onu questo è un passo che definisce “una importante pietra miliare nello sviluppo umano”. Ma non è solo un passo numerico o uno snodo storico, è un monito, nel pieno dei grandi summit planetari, della “nostra responsabilità condivisa di prenderci cura del nostro pianeta”.

Meno malattie ma più disuguaglianze

Per l’Onu, “questa crescita senza precedenti – nel 1950 si contavano 2,5 miliardi di abitanti – è il risultato di un graduale aumento della durata della vita grazie ai progressi della sanità pubblica, dell’alimentazione, dell’igiene e della medicina”. Ma c’è il rovescio della medaglia: con la crescita della popolazione sono decuplicate le sfide importanti per avere cura dei paesi più poveri e sanare quanto più le disuguaglianze fra le nazioni.