Dall'effetto Zoom agli audio veloci di Whatsapp

·2 minuto per la lettura

Durante la pandemia i podcast non si sono presi una pausa. La diminuzione degli spostamenti non ha determinato un calo di questo sistema di ascolto audio che veniva principalmente associato proprio alla facilità d'uso in viaggio o durante un movimento. I download di podcast inizialmente sono diminuiti del 10% ma il rimbalzo è stato talmente potente - eMarketer ha dovuto rivedere la sua stima per il 2020 da un calo dell'1% del poadcasting a una crescita dell'8,3% per circa un'ora e mezza al giorno - da avere generato una nuova era di social audio. Al punto che si sono dovuti tutti quanti muovere in questa direzione per mantenere il controllo sulle esperienze di Internet: Il fenomeno Clubhouse è notorio come le recenti risposte dei giganti social come Twitter, Spotify talk back e Facebook che ha annunciato un'analoga Facebook Live Audio Rooms.

Senza dimenticare Discord che afferma di avere circa 150 milioni di utenti attivi mensili, in aumento rispetto ai 56 milioni di fine 2019. L'app consente alle persone di creare stanze - che si tratti della rivisitazione di una stanza del dormitorio universitario, di una biblioteca, di un ristorante o di un auditorium - in un ambiente virtuale. Gli utenti Discord oggi sperimentano ancora in piccoli gruppi di amici ma l'azienda vede un potenziale significativo nel soddisfare le esigenze di comunità più grandi su argomenti di interesse. Discord, intanto, ha raccolto quasi 500 milioni di dollari da investitori tra cui Sony Interactive Entertainment, Tencent, Index Ventures e Greylock di Reid Hoffman.

Le persone ascoltano mentre cucinano, puliscono, fanno ginnastica. Perché esistono molte più occasioni in cui possiamo ascoltare o anche partecipare a una conversazione, di quante abbiamo per restare con gli occhi incollati su un video. Senza contare la fatica. ZEF, Zoom Exhaustion and Fatigue è il nome di una scala che un gruppo di ricercatori dell’Università di Stanford e dell’Università di Göteborg ha elaborato per studiare un fenomeno chiamato affaticamento da Zoom. E la scala, in quest'ultimo anno, rivela un indice molto elevato di stanchezza, soprattutto tra le donne: una stanchezza generale ma anche sociale con il bisogno di restare da soli, emotiva e motivazionale, tale da generare una perdita di interesse nelle attività. Si tratta dell'effetto specchio: quando guardi, nel tuo riquadro personale, come vieni visto e percepito dagli altri in una video chat e questo genera, a lungo andare, stress.

Gli audio, quindi, vanno bene, benissimo. A patto che siano interessanti. Altrimenti, la soglia di attenzione arriva massimo alla fatidico minuto. Quando apri Whatsapp e vedi un messaggio audio di due o tre minuti ti prende subito lo sconforto. Ecco perché l'app con l’ultimo aggiornamento consente di ascoltare nella metà del tempo i messaggi vocali. Basta cliccare sul pulsante play di riproduzione e compare un nuovo pulsante che consente di scegliere la velocità di riproduzione dell’audio. Che può essere ascoltato a velocità normale (1x), leggermente più rapido (1,5x) o rapidissimo (2x).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli