D'Angelis: "Se non piove rischiamo razionamento dell'acqua"

Meteo avvertimento
Meteo avvertimento

Il caldo eccezionale di questi ultimi giorni sta mettendo a rischio la disponibilità di acqua potabile in diversi settori. L’allarme è stato lanciato dal segretario generale dell’autorità di bacino distrettuale dell’Appennino centrale Erasmo D’Angelis.

In una serie di dichiarazioni riportate dal Corriere della Sera, D’Angelis ha spiegato che sarà fondamentale a questo punto che la pioggia arrivi nei prossimi venti giorni. Se ciò non accade sarà necessario procedere con il razionamento dell’acqua.

Meteo, l’avvertimento del segretario generale dell’autorità bacino Appennino centrale

Proprio parlando del razionamento dell’acqua D’Angelis ha spiegato che potrebbe interessare anche i flussi di acqua potabile in ambito domestico, un problema non da poco che sarà necessario risolvere quanto prima: “Non basterà di certo un temporale estivo, servono le piogge che sono mancate da gennaio. È una questione molto delicata, il rischio è che questa venga ricordata come l’annata peggiore della nostra storia climatica”.

La situazione critica nella Capitale

Si tratta dunque di una situazione non poco critica che rischia di spaventare i residenti della Capitale. Il livello del Tevere si è infatti abbassato molto e persino i laghi preoccupano: “Non è ancora al livello del Po, ma purtroppo andiamo verso quella direzione. Anche i laghi preoccupano, quello di Albano per esempio è spaventoso per quanto si sia ritirato”.

Infine ha aggiunto: “È un problema serio per la nostra agricoltura, questo è un periodo fondamentale, purtroppo saremo costretti ai razionamenti – spiega D’Angelis -, ma potremo anche spingerci oltre con limitazioni di acqua potabile nelle case, magari di notte come avvenne nel 2017”. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli