Daniela Molinari: "Ho iniziato le cure sperimentali grazie al Dna di mia madre biologica. Vorrei parlarle"

·2 minuto per la lettura
Daniela Molinari (Photo: Daniela Molinari)
Daniela Molinari (Photo: Daniela Molinari)

La mamma di Daniela Molinari ha risposto all’appello e le cure sono iniziate. L’infermiera 48enne, abbandonata alla nascita, aveva cercato il genitore biologico perché la sua mappatura genetica poteva permetterle di accedere a una cura sperimentale contro il tumore da cui è stata colpita. Nata da una violenza, la figlia aveva inizialmente incassato il rifiuto della madre, che non voleva più avere niente a che fare con lei. Poi ha cambiato idea: ha acconsentito al prelievo di sangue, ma ha preferito non incontrare Daniela.

“Mamma, non so dove tu sia ma sento che ti interessi a me” ha scritto l’infermiera sul suo profilo Facebook, “Finalmente inizio la cura sperimentale grazie a te e al regalo che mi hai fatto, ma vorrei incontrarti. Il desiderio di conoscerti non mi abbandona mai. Credo sia la sensazione più umana e naturale che esista. Vorrei poterti vedere, vorrei parlarti”. E ancora: “Care mamme, le mie mamme, dico. Mi rivolgo a voi, abbracciamoci oggi perché potremmo non poterlo più fare. Mamma di pancia, non so nemmeno dove sei ma tu lo sai bene e sono sicura che ti interessi di come sto. Mamma di fatto, un carattere un po’ particolare entrambe io e te, ma la vita sta provando a distruggermi, tienine conto”.

Daniela ha presentato una nuova richiesta al Tribunale per incontrare la madre con il patto di segretezza: “Accetterei di non sapere neppure il suo nome, ma almeno di vederla e parlarle. Per ora è stata respinta, ma non mi arrendo. Quando tiro le fila della mia vita c’è sempre qualcosa che manca. Penso a lei, a un incontro mancato. Magari è un’illusione, ma io sono convinta che anche lei mi pensi, che si interessi di come sto. Me lo sento, magari è solo un pensiero dettato dalla sofferenza, ma ci credo e ci spero e non mi voglio arrendere. Vorrei vederla e sentirmi meno sola”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli