Daniela Santanchè, la rivelazione: “Mi ha chiesto di portarlo al guinzaglio”

Daniela santanchè guinzaglio

“Gli haters li ho anche io e qualche richiesta stravagante è arrivata anche a me”, ha confessato Daniela Santanché ai microfoni de I Lunatici. Che una donna dal carattere deciso come la senatrice di Fratelli d’Italia attiri più di un commento negativo da parte degli avversari politici non è una sorpresa né una novità, ma l’episodio che ha deciso di raccontare a Rai Radio 2 può certamente definirsi singolare. Per la prima volta, Daniela Santanché rivela chi l’ha pregata di portarlo al guinzaglio per una notte.

Daniela Santanchè e il guinzaglio

Il protagonista della “richiesta stravagante” è un uomo anziano, di cui la senatrice non ha svelato l’identità. “Ricordo che tempo fa mi scrisse se potevo portarlo una notte al guinzaglio”, racconta Daniela Santanchè. “Mi ha fatto ridere, la mente umana è strana“.

L’errore di Salvini

Durante la discussione in Senato che ha preceduto il voto di fiducia al governo Conte bis, Daniela Santanchè ha espresso il suo dissenso paragonando il premier al protagonista del pirandelliano Uno, nessuno e centomila. La senatrice di Fratelli d’Italia ha accusato il presidente del Consiglio di cambiare tanto rapidamente i propri valori da rendere impossibile prevedere “quale Conte ci toccherà domani. La sua è una sindrome molto contagiosa”, dalla quale non è riuscito a scappare neppure Luigi Di Maio.

Non è esente da critiche neppure Matteo Salvini: “Ha sbagliato i tempi della crisi. Capisco che ha staccato la spina un po’ tardi, ma del resto a stare con i 5 Stelle ci vuole un gran fegato. Avrà capito anche Salvini che loro avevano un programma opposto a quello promesso agli elettori della Lega. Ma noi non siamo qui per buttagli la croce addosso”.