Daniele Barsanti racconta il suo nuovo disco

·2 minuto per la lettura
Daniele Barsanti Zingari
Daniele Barsanti Zingari

Talento da ammirare, ascoltare e vivere nel profondo. Animo solare e determinato si unisce a uno spirito appassionato. Daniele Barsanti coniuga tutto questo e lo dimostra nel suo nuovo album, “Zingari”. Personalità avventuriera e libera, le “zingarate” sono il suo punto forte: Daniele è un musicista, cantante, autore e compositore toscano, scoperto su SoundCloud da Saturnino Celani, famoso bassista di Jovanotti. Dopo il primo singolo uscito con Universal è stato nominato “Artista del mese” da MTV e nel 2018, dopo la pubblicazione del suo primo EP, ha vissuto l’emozione di aprire i concerti di Francesco Gabbani.

Sound solare e coinvolgente, che ben si concilia con la stagione estiva e il desiderio di riassaporare la tanto acclamata libertà, nonostante resti fondamentale prestare massima attenzione in un periodo in cui la curva epidemiologica appare in crescita. Nelle sue canzoni non mancano gli spunti di riflessione, mescolando l’atmosfera spensierata delle vacanze in Versilia alla nostalgia e al romanticismo che contraddistinguono le sue pubblicazioni precedenti.

Il cantautore, dopo aver esordito nel 2020 con gli apprezzatissimi singoli “Le commesse”, con cui si è anche fatto notare da Tommaso Paradiso, e “Fuori dai locali”, in rotazione per settimane su alcune delle maggiori radio italiane, Daniele Barsanti corona un altro sogno e presenta il suo nuovo album, “Zingari”.

Daniele Barsanti presenta “Zingari”

Gli “Zingari” sono quegli amici che giocano a nascondino con le responsabilità, dettando le proprie regole, dandosi a una fuga istintiva e senza calcolo per eludere il grigio della realtà, forse anche un po’ brilli e un po’ folli per credere che basti sempre seguire l’istinto e lasciarsi trasportare da un’emozione per sfuggire all’abisso del tempo.

Contro il tempo immobile, sospeso e inesistente, la canzone è un inno al tempo delle estati in Versilia, dove Daniele è cresciuto, quello dei luoghi di villeggiatura in cui si evade dalla realtà per qualche settimana o mese, allontanandosi dallo stress e dalle angosce quotidiane, sfuggendo alla routine di tutti i giorni e vivendo finalmente con più spensieratezza, con la mente sgombra dai pensieri.

La canzone è un invito a lasciarsi andare, a godersi ogni attimo senza badare al tempo che scorre sulle lancette, facendosi sballottare con leggerezza come fanno le onde, almeno per un po’, liberando così la propria indole “zingaresca” e non pensando al domani, assaporando al massimo ogni momento.

“Zingari” è “un’attitudine alla vita, è una ricerca spasmodica della libertà. È non saper spegnere la notte, è la voglia di liberarsi dal tempo, di godersi tutti i piaceri e i vizi che la vita ha da offrire, permettendosi anche il lusso di sbagliare”. Così ha dichiarato l’artista parlando del suo nuovo album, che è “un’evasione estemporanea, senza meta e senza obiettivi. Si va dove porta la strada, fino a quando c’è benzina, fino a che non finisce quel pezzo che suona a una “radio che fa godere””, ha aggiunto.

Daniele Barsanti Zingari
Daniele Barsanti Zingari

Daniele Barsanti racconta il suo nuovo album, “Zingari”

La libertà è il filo conduttore delle mie canzoni, che si ambientano di notte. Immagino una partenza improvvisata, in compagnia, viaggiando in auto. Fino a prima dello scoppio della pandemia, io e i miei amici eravamo soliti fare zingarate strepitose. Ho voluto trasmettere lo stato d’animo del momento, di quell’istinto che ti porta a partire e respirare l’emozione di quegli attimi. Cerco di legare le mie canzoni dando vita a una sorta di sceneggiatura. Ci tengo che il linguaggio delle canzoni risulti immediatamente riconoscibile”. Così Daniele Barsanti ha presentato il progetto che ha dato vita al suo nuovo album, “Zingari”.

Quindi ha fatto sapere: Le canzoni sono nate tornando dalle notti fuori. I primi flash sono stati impressi sulle note del mio telefono, che racchiudono sempre le prime pennellate delle mie opere. Lì risiedono le radici dei miei brani, che prendono forma piano piano. Poi passo allo studio, per procedere con la registrazione. Lì, invece, mi diverto cercando di cucire addosso la melodia migliore per i miei testi”.

“Anch’io mi sento uno zingaro, con i suoi pro e i suoi contro. È bello evadere e fuggire di tanto in tanto, ma poi si torna a scontrarsi con la realtà e porsi dei limiti. Questo è drammatico, c’è bisogno di alleggerire i problemi della vita e riuscire a fregare il tempo”, ha confidato.

Daniele Barsanti Zingari
Daniele Barsanti Zingari

Daniele Barsanti, da “Zingari” ai prossimi progetti

Daniele Barsanti è contento e soddisfatto per l’uscita del nuovo album, “Zingari”, ma non mancano neppure i pensieri e i progetti per il futuro.

Infatti, ha dichiarato: “Vorrei che l’emergenza coronavirus si attenuasse per permettermi di dare voce a un disco molto energico, che non può essere presentato via streaming. Speriamo nei prossimi mesi, anche per merito della campagna vaccinale, di tornare a fare musica dal vivo e presentare così le mie canzoni”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli