Italia e Inghilterra si giocheranno la finale di Euro 2020

·2 minuto per la lettura

AGI - L'Inghilterra è la seconda finalista di Euro 2020 e domenica sera, a Wembley, sfiderà l'Italia di Roberto Mancini per il titolo continentale. La squadra di Gareth Southgate ha superato in semifinale per 2-1 la Danimarca regalandosi una finale internazionale che mancava da 55 anni. Cioè dal successo mondiale del 1966, proprio a Wembley che sarà teatro dell'ultimo atto con gli azzurri e che è stato teatro della storica rete di Harry Kane dopo 104' di paura e sofferenza.

GUARDA ANCHE - Euro 2020, Italia-Spagna in casa Ferragnez: le reazioni di Chiara e Fedez

​​​​​L'attaccante del Tottenham firma il suo quarto gol nel torneo e si prepara a sfidare Donnarumma in una cornice mitica, che oggi ha saputo offrire spettacolo sul campo e sugli spalti. Ma solo dal 30' in poi. Nella prima mezz'ora infatti i ritmi sono lenti, le due squadre sembrano studiarsi e la partita fatica ad accendersi.

A dare il via allo show vero e proprio ci pensa una delle sorprese di questo Europeo. Spettacolare punizione di Mikkel Damsgaard che al 30' firma in bello stile un gol dal duplice significato: e' la prima rete incassata da Pickford in questo torneo ed è il primo sigillo su punizione diretta della rassegna.

L'Inghilterra non subisce il contraccolpo psicologico. Anzi, si scuote e prende in mano la partita. Al 38' palla di Saka al centro per Sterling che da due passi spara su Schmeichel.

Tempo un minuto e l'Inghilterra trova il pareggio con un'azione fotocopia: Kane illumina per Saka, cross al centro e autogol di Kjaer nel tentativo di anticipare Sterling. Al 55' c'è quella che puo' essere la parata dell'Europeo: calcio piazzato dalla destra di Mount, Maguire incorna sul primo palo ma Schmeichel si supera e nega il gol con un grande intervento. È l'ultima grande occasione prima del triplice fischio e dell'inizio dei supplementari.

Al 94' lampo di Kane: scatto in profondità e diagonale in spaccata ma Schmeichel è ancora superlativo. Al 101' si scatena Sterling che semina il panico in area e cade in area dopo un contatto con Jensen e Maehle. Makkelie concede il rigore, dagli undici metri Schmeichel ipnotizza Kane che sulla ribattuta firma il 2-1 che vale la prima finale europea della storia dei tre leoni. (AGI)

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli