Danimarca: nuova legge sui taxi, Uber si ritira il 18 aprile

Uber lascia la Danimarca: dal 18 aprile il servizio di trasporto privato che mette in relazione passeggeri e autisti tramite un’applicazione si ritira da un mercato da 300.000 clienti che dà lavoro a 2000 conducenti in seguito all’adozione di una legge sui taxi.

Questa rende obbligatoria l’installazione a bordo di tassametri, sensori per rilevare la presenza di passeggeri e telecamere di sorveglianza.

Una decisione che divide:

“È concorrenza sleale, perciò è bene che chiuda”.

“Peccato, mi ero abituato”.

Uber ritiene che la legge imponga misure costose e ha raccolto 40.000 firme per una petizione online contro di essa. Mentre per il sindacato di categoria, il ritiro di Uber permetterà ai seimila tassisti danesi di restare in attività.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità