Danimarca, vince centrosinistra guidato da premier Frederiksen

featured 1666005
featured 1666005

Milano, 2 nov. (askanews) – “Cari danesi, sono incredibilmente felice e fiera. I socialdemocratici hanno avuto la migliore elezione in oltre 20 anni”.

Così la premier danese di centrosinistra Mette Frederiksen ha commentato la vittoria alle elezioni, in cui il suo partito ha conquistato 90 dei 179 seggi del Parlamento.

Una maggioranza risicata che avrà bisogno di sostegno, a partire da quello dell’ex premier Lars Rasmussen che si è dichiarato pronto a discuterne.

“Non è una questione di rosso o di blu ma di buon senso”, ha detto, “il nostro obiettivo è di costruire ponti, cooperare, fare riforme”

Le elezioni anticipate erano state indette dopo la crisi di governo innescata dalla decisione, in seguito dichiarata illegale, di abbattere 17 milioni di visoni contro la pandemia.

La coalizione che unisce destra e estrema destra ha ottenuto 72 seggi. In particolare la destra più radicale, divisa in 3 partiti, ha preso il 14,4% dei voti, con il Popolo danese che dal 20% è precipitato al 2,6% mentre il nuovo partito Democratici di Danimarca, fondato dall’ex ministra dell’Immigrazione Stojberg, esordisce in parlamento.