Dante: convegno internazionale di studi sulle allegorie dantesche

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 apr. – (Adnkronos) – In occasione delle iniziative per celebrare Dante Alighieri nel 700esimo anniversario della sua morte si terrà il convegno internazionale di studi "Allegorie dantesche", a cura della professoressa Claudia Di Fonzo dell'Università di Trento. Da giovedì 8 a sabato 10 aprile il simposio si svolgerà in videoconferenza live streaming sulla pagina web dell'Università di Trento, organizzatore dell'evento con il patrocinio del Comune di Firenze.

Nel corso del convegno la questione delle allegorie sarà affrontata da prospettive diverse con il contributo di studiosi di discipline diverse, autorevoli nel loro settore: dal biblista, allo storico del diritto, al filologo romanzo, al classicista, al filologo dantesco, all’italianista, al medievista, allo storico dell'arte al traduttore.

"Nel mezzo del cammin di nostra vita" è il primo verso dell’Inferno e dell'intero poema. Un verso che indica un momento biologico ma pure un momento simbolico del cammino spirituale ed umano dell'autore e del pellegrino, ricorda Di Fonzo. "Bestie di ogni sorta, ramoscelli che spezzati buttano sangue, carri e processioni con accenti apocalittici, aquile che perdono le penne schiantandosi su un carro o che si formano per effetto della disposizione delle anime dei giusti, alberi cosmici rovesciati con le radici volte verso il cielo e le fronde verso il basso a formare le corone dei beati, scale simboliche e metamorfosi di ogni sorta sono la materia delle favole che sostanziano l’allegoria dei poeti. Anche i personaggi e le loro vicende hanno una valenza allegorica e simbolica e tra tutti basti citare Ulisse, metafora del desiderio della conoscenza".