D'Antona: delegazione Pd gli rende omaggio, 'nè eroe nè martire ma servitore dello Stato'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 mag (Adnkronos) – "Massimo D'Antona è stato un giurista insigne, uomo di studi, di governo e di grande passione accademica e civile. Ventidue anni fa, proprio in questo angolo di Via Po, a pochi passi dalla sua casa, il professore veniva trucidato dai criminali delle cosiddette Nuove Brigate Rosse". Lo dice il vicesegretario del Pd Giuseppe Provenzano, che in mattinata con una delegazione del Partito democratico composta tra gli altri dalla capogruppo alla Camera Debora Serracchiani, dal vicecapogruppo al Senato Franco Mirabelli e dal Tesoriere Walter Verini, si è recato sul luogo dove fu ucciso Massimo D'antona per rendergli omaggio.

"D'Antona non voleva essere né un eroe né un martire. Era un servitore dello Stato e, oggi, vogliamo ricordarlo così, nel suo impegno e nel suo lavoro -prosegue Provenzano-. Il Partito Democratico oggi è qui per rendere onore all'impegno del Professor D'Antona e per ricordare un fatto semplice: la democrazia e il dialogo sono e saranno sempre più forti della violenza e degli agguati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli