Darboe ha conquistato la Roma: la scheda del giovane centrocampista

·2 minuto per la lettura

Ebrima Darboe si è preso la Roma, dopo il cuore dei tifosi giallorossi. È sempre bello quando un giovane calciatore (è un classe 2002) si affaccia in Primavera dalla squadra, ancora di più vista la storia di vita che alle spalle. Il centrocampista gambiano, già colonna della formazione guidata da Alberto De Rossi con 18 presenze, 5 reti e 2 assist in stagione, ha esordito tra i grandi in una delle tante brutte serate vissute dalla Roma. 2 maggio, nella sconfitta del Ferraris contro la Sampdoria, minuto 82' si alza la tabella luminosa: fuori Villar, dentro Darboe.

L'esordio di Darboe | Jonathan Moscrop/Getty Images
L'esordio di Darboe | Jonathan Moscrop/Getty Images

È l'inizio della sua nuova avventura in prima squadra, proseguita poi pochi giorni dopo con l'ingresso in campo nella vittoria (inutile) contro il Manchester United nel ritorno delle semifinali d'Europa League. Fuori l'infortunato Smalling, dentro Darboe al 30' del primo tempo. E già al cospetto dei Red Devils il classe 2002 ha mostrato una personalità fuori dal comune, tanto da guadagnarsi i complimenti di Paul Pogba a fine gara. Nessuna paura, oltre a passaggi precisi e puliti per un calciatore che ricorda la versione più giovane e sensibilmente migliorata di Amadou Diawara.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

A Milano Darboe parte titolare con l'Inter e fa il suo tra luci e ombre, così come nel derby vinto 2-0 con la Lazio dove il centrocampista ha stupito davvero tutti guadagnandosi anche la palma di "man of the match". Come? Con una prestazione semplicemente sensazionale, visto che il giovane gambiano si è letteralmente "messo in tasca" due calciatori come Milinkovic-Savic e Luis Alberto, praticamente annullandoli. I numeri della sua gara parlano chiaro: 96% di passaggi riusciti (cioè 44 su 46) e 6 duelli vinti. Insomma. un centrocampista di sostanza che non disdegna le avanzate (lo ha dimostrato in Primavera) e che fa della precisione nei passaggi e nell'attenzione in fase di copertura le sue caratteristiche migliori.

Darboe contro Milinkovic-Savic | Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images
Darboe contro Milinkovic-Savic | Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images

A fine gara Paulo Fonseca è stato sibillino: “Darboe ha cambiato la squadra, siamo cresciuti molto grazie a lui. La Roma ha un giocatore importante per il futuro”. E alcuni tifosi si lanciano già in paragoni con Ngolo Kante e Paul Pogba...

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli