Daria Bignardi: "Mia madre era malata di ansia ossessiva. Mi ha rovinato e salvato la vita"

Silvia Renda
·Collaboratrice Social News
·1 minuto per la lettura
(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Im)
(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Im)

“Mia madre mi ha rovinato la vita e allo stesso tempo me l’ha salvata. Era malata di ansia ossessiva. Io sono andata via di casa molto presto non a caso”. Daria Bignardi, ospite nel salotto di Verissimo, ha parlato del rapporto con la madre scomparsa.

“Mi ha telefonato ogni mattina alle 9, ovunque io fossi”, ricorda Bignardi, “Io mi facevo trovare perché l’ansia è una malattia. Io ancora la notte mi sogno di doverla chiamare e di non trovare il telefono”.

Quell’ossessione ha avuto riflessi anche sul suo modo di comportarsi, ma ha tentato di non farla pesare ai suoi figli: “Ovviamente l’ansia l’ho ereditata, ma ho provato a salvare i miei figli. Quando è mancata all’improvviso mia madre, ho scritto il libro ‘Non vi lascerò orfani’ per riempire il vuoto. È meglio essere amati male che non essere amati. Io ci ho litigato tutta la vita, ma quando è morta ha lasciato un vuoto enorme. Quando vieni amato male, hai difficoltà poi nel gestire anche i tuoi rapporti. Spero di imparare sempre meglio”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.