Daspo contro arbitro che colpisce giocatore con una testata

Nes

Roma, 11 feb. (askanews) - Per la prima volta in Italia il Questore di Macerata Antonio Pignataro, ha emesso un provvedimento di DASPO della durata di un anno nei confronti di un direttore di gara. L'arbitro ha colpito con una testata un calciatore.

I fatti risalgono al 1° febbraio scorso quando nella località Mogliano si è disputato l'incontro di calcio valevole per il campionato di 2° categoria "Borgo Mogliano - Montottone". Una volta terminato l'incontro con il risultato di 3 a 1 per i padroni di casa, all'uscita dagli spogliatoi l'arbitro nel corso di una discussione aveva colpito con una testata al volto il portiere del "Borgo Mogliano" che era stato espulso durante l'incontro. Il portiere, soccorso dai sanitari del 118 presenti sul posto, veniva trasportato all'ospedale di Macerata e dopo le cure del caso veniva dimesso con una prognosi di alcuni giorni.

Con tale provvedimento, rilevata la condotta posta in essere dal direttore di gara contraria ai principi delle norme tese al contrasto dei fenomeni di violenza in occasione di competizioni sportive e ai principi della professione di arbitro è stato fatto divieto di accedere negli impianti sportivi del territorio nazionale durante lo svolgimento di incontri di calcio valevoli per i campionati di serie A-B-C e tutti i campionati Dilettanti, di gare valevoli per le coppe nazionali ed internazionali, nonché delle partite amichevoli cui prendano parte le squadre iscritte alle predette serie e la nazionale italiana di calcio, per il periodo di un anno.