Daspo per Niko Pandetta: il rapper è indagato per una sparatoria

Niko Pandetta
Niko Pandetta

La questura di Catania ha applicato il cosiddetto Daspo Willy al rapper Niko Pandetta, indagato per una sparatoria avvenuta al di fuori di una discoteca.

Niko Pandetta indagato

Nuovi guai per il rapper Niko Pandetta, che risulta formalmente indagato per una sparatoria avvenuta all’esterno di una discoteca. Il questore di Catania ha applicato il Daspo Willy al rapper che, già in passato, si è visto cancellare alcuni dei suoi live per via dei suoi brani contenenti frasi di incitamento all’odio e con riferimenti criminali e mafiosi.

La vicenda per cui il rapper risulta indagato risale allo scorso aprile. All’esterno del locale Ecs Dogana sarebbe avvenuta una violenta rissa, poi sfociata in una sparatoria. Oltre a Pandetta risultano indagate altre 5 persone (tutte tra i 19 e i 28 anni). Il rapper al momento risulta indagato per “concorso esterno sul piano morale” e una serie di indizi proverebbero il suo coinvolgimento nel grave episodio avvenuto difronte alla discoteca.

Il rapper non ha commentato pubblicamente l’accaduto e in tanti si chiedono quale sarà l’epilogo della vicenda. Già in passato Pandetta era finito in vicende simili e per questo la questura avrebbe deciso di applicare il Daspo su di lui per la durata di un anno.