Datagate, Kerry: non abbia ricadute su accordi commerciali Usa-Ue

Il segretario di Stato Usa John Kerry. REUTERS/Faisal Al Nasser (Reuters)

VARSAVIA (Reuters) - I timori degli europei sul presunto spionaggio dell'intelligence Usa nei loro confronti non deve gettare ombre sui colloqui commerciali che partiranno a breve tra Stati Uniti e Unione europea. A dirlo oggi è il segretario di Stato americano, John Kerry, in visita in Polonia, che ha aggiunto: "Questa è una collaborazione di tipo commerciale in grado di sollevare tutti i nostri Paesi". Kerry ha precisato che la collaborazione "è ben distinta da qualunque altro tipo di questione cui può pensare la gente", facendo riferimento alle accuse che le agenzie di intelligence Usa abbiano spiato le comunicazioni di alcuni Paesi europei. Kerry, parlando assieme all'omologo polacco Radoslaw Sikorski, ha detto anche che le società americane, sostenute dal governo, si batteranno con forza per aggiudicarsi i contratti nel settore della difesa messi a disposizione dalla Polonia. - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia