Dati Covid, Sala: non capisco la difesa a oltranza di R. Lombardia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 gen. (askanews) - "Io non capisco veramente questa difesa a oltranza della Regione Lombardia e questa idea di dire 'non abbiamo sbagliato niente', è capitato anche a me di dire che ho sbagliato e credo che i cittadini quando ammetti che hai sbagliato, sapendo che sei sotto pressione dalla mattina alla sera, lo possono comprendere". E' quanto ha affermato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, rispondendo ai cronisti sulla vicenda dei dati del Covid in Lombardia, a margine delle celebrazioni per la Giornata della Memoria.

"Detto ciò, mettiamoci a lavorare insieme, perché vedendo anche qual è la situazione dei vaccini, credo che tutti noi, da cittadini, al di là del nostro ruolo, abbiamo capito che ce la porteremo ancora avanti a lungo quest'anno" ha proseguito il sindaco, che in merito alla protesta messa in scena ieri dalle opposizioni nell'aula del Consiglio regionale lombardo, ha spiegato che è nata in contrapposizione "alla difesa a oltranza della Regione Lombardia, una difesa che non ci sta perché non può non riconoscere che qualche cosa non va". "Sono proteste che potevano essere espresse in altro modo ma ne abbiamo viste di tutte: ricordo in Consiglio comunale i leghisti con le banane all'epoca delle palme in piazza Duomo - ha concluso -, per cui adesso non è il momento di dare patenti di buoni o cattivi agli uni o agli altri".