I dati fin qui raccolti lasciano intravedere un'estate molto complicata.

·2 minuto per la lettura
Migranti sbarchi triplicati 2021
Migranti sbarchi triplicati 2021

Nelle acque territoriali del Canale di Sicilia si è registrato un nuovo aumento degli sbarchi dei migranti che nei primi mesi del 2021 sono triplicati rispetto allo stesso periodo degli ultimi quattro anni. Dal primo gennaio al sette aprile, stando ai dati del dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno, sono arrivate sulle coste della Sicilia 8465 persone. Si tratta del 199% in più rispetto allo stesso periodo del 2020 quando c’era il governo Conte 2 e del 1491% rispetto al 2019 con Conte sempre alla guida del governo, ma nella coalizione giallo verde con Salvini nel ruolo di ministro dell’Interno. I numeri registrati in questo inizio di anno lasciano presagire che ci sarà un’estate molto delicata sul tema dell’immgrazione con cui il Presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà necessariamente fare i conti.

Migranti: sbarchi triplicati nel 2021

I dati sugli sbarchi degli ultimi giorni lasciano intuire lo stato d’emergenza che sta riguardando la Sicilia. Nella giornata di giovedì 1 aprile la nave spagnola Open Arms è arrivata a Pozzallo con 209 migranti, di cui 56 minorenni tra i quali anche una bambina di 7 anni. Nella giornata di Pasqua sono stati in 400 ad arrivare, con una situazione che ora complica non poco gli hot spot e le relative pratiche per evitare che nel Paese arrivino soggetti positivi al covid provenienti dall’estero.

Totò Martello, sindaco di Lampedusa (tra l’altro zona rossa in questo periodo), ha così commentato la vicenda: “I migranti non hanno contatti con la popolazione e vengono trasferiti su navi quarantena e la situazione per ora regge”. Si prepara dunque un’estate molto intensa sulle coste siciliane e la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese avrà quest’anno un ostacolo non di piccola rilevanza nel gestire l’emergenza, ovvero la presenza della Lega al tavolo del governo.