Dati personali di quasi tutti gli ecuadoriani trapelati online -2-

Bea

Roma, 17 set. (askanews) - La società di sicurezza informatica vpnMentor ha scoperto l'intrusione su un server di proprietà dell'azienda Novaestrat, che conteneva nomi e cognomi, date e luoghi di nascita, livello di istruzione, numeri di telefoni e numero di cartìà d'identità.

ZDNet, il sito web che per primo ha dato l'allarme sulla violazione, ha detto che sul server c'erano addirittura i dati del presidente e di Julian Assange, il fondatore di Wikileaks che ha chiesto asilo in Ecuador e ha passato anni chiuso nell'ambasciata di Quito a Londra prima di essere arrestato qualche mese fa.

Romo ha detto che il governo sta "lavorando a un'indagine che ci permetterà nella prossimo ore di valutare le responsabilità e l'accaduto".