David Depape è stato formalmente accusato poche ore fa dalla procuratrice generale di San Francisco

David Depape
David Depape

La notizia è stata rilanciata nella notte a cavallo fra il 31 ottobre ed oggi, primo novembre: l‘aggressore del marito di Nancy Pelosi è stato incriminato per tentato omicidio, l’uomo ora rischia l’ergastolo. Secondo i media Usa il 42enne David Depape è stato formalmente accusato poche ore fa dalla procuratrice generale di San Francisco in ordine alla violenza contro Paul Pelosi, marito della speaker dem della Camera Usa.

Guai per l’aggressore del marito della Pelosi

A farlo è stata la la procuratrice generale di San Francisco, che ha accusato di tentato omicidio David Depape. I media statunitensi spiegano anche che Depape era stato accusato ieri a livello federale di aggressione e tentato sequestro. Il 42enne comparirà oggi in tribunale. La notizia è stata girata ai media dall’attorney general Brooke Jenkins.

Cosa rischia Depape se prevalessero le aggravanti

La pena minima per il reato che gli verrà contestato è di 13 anni, ma dovessero maturare in punto di procedura le aggravanti l’uomo rischia all’ergastolo. Proprio in queste ore era scoppiata la polemica sui post social degli ambienti conservatori che accusavano la Pelosi di aver “sfruttato” quell’aggressione per dare punteggio ed empatia elettorale ai Dem che si apprestano al difficile banco di prova delle elezioni di mid-term.