David di Donatello 2022, tutti i vincitori

(Adnkronos) - Assegnati i riconoscimenti della 67a edizione dei David di Donatello, consegnati nel corso della cerimonia di premiazione condotta da Carlo Conti e Drusilla Foer. 'È stata la mano di Dio' trionfa in 5 categorie: film, regia a Paolo Sorrentino, attrice non protagonista a Teresa Saponangelo, fotografia a Daria D’Antonio e David Giovani. Si tratta della prima vittoria ai David per un film italiano distribuito da Netflix. Ma a portare a casa il maggior numero di premi è 'Freaks Out' (6, il più importante è quello per la produzione). A seguire, oltre al film di Sorrentino, 'Ennio' e 'Qui rido io' con 3 David, 'Ariaferma' con 2.

A sorpresa, tra gli interpreti si impongono Silvio Orlando per 'Ariaferma' (terzo David alla dodicesima candidature, l’ultimo lo vinse nel 2006 per 'Il caimano') e la debuttante Swamy Rotolo di 'A Chiara', che a 17 anni diventa una delle più giovani vincitrici del premio. Prima candidatura anche per il miglior attore non protagonista dell’annata, il lanciatissimo Eduardo Scarpetta, che interpreta il figlio del suo antenato omonimo nel biopic di Mario Martone.

A 'Ennio' di Giuseppe Tornatore, dedicato a Morricone, vanno i riconoscimenti per il documentario (per il regista è l’undicesima statuetta), il montaggio e il suono. Tra le sceneggiature vincono 'Ariaferma' (originale) e 'L’Arminuta' (adattamento). Conquistano un David anche 'Diabolik' (canzone originale), 'I fratelli De Filippo' (musiche) e 'Piccolo corpo' (esordio alla regia).

Ecco tutti i vincitori premiati alla cerimonia da Cinecittà:

MIGLIOR FILM - "Voglio ringraziare tutta la mia famiglia che ho camuffato dentro il mio film. E' veramente una grande gioia, una felicità". Così Paolo Sorrentino ha accolto il David di Donatello per il suo film 'E' stata la mano di Dio' nel corso della cerimonia.

MIGLIOR REGIA - David di Donatello per la Miglior regia a Paolo Sorrentino per il film 'E' stata la mano di Dio'.

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA - "Non ci credevo, non me l'aspettavo". Così Silvio Orlando premiato con il David di Donatello come Miglior attore protagonista per 'Ariaferma' di Leonardo Di Costanzo.

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA - Il David di Donatello per la Miglior attrice protagonista è andato alla diciassettenne Swamy Rotolo per 'A Chiara' di Jonas Carpignano.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA - Va a Teresa Saponangelo il David di Donatello per la Miglior attrice non protagonista per 'E' stata la mano di Dio' di Paolo Sorrentino.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA - Va a Eduardo Scarpetta il David di Donatello come Miglior attore non protagonista per il film 'Qui rido io' di Mario Martone.

MIGLIORE SCENOGRAFIA - Il David di Donatello per la Miglior scenografia è stato assegnato a Massimiliano Sturiale e Ilaria Fallacara per il film 'Freaks Out' di Gabriele Mainetti.

MIGLIORI COSTUMI - Va a Ursula Patzak il David di Donatello per i Migliori costumi per il film 'Qui rido io' di Mario Martone.

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE - Va a Laura Samani per il film 'Piccolo corpo' il David di Donatello per il Miglior regista esordiente.

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE - Il David di Donatello per la Migliore sceneggiatura originale è andato a Leonardo Di Costanzo, Bruno Oliviero, Valia Santella per il film 'Ariaferma'.

MIGLIORE FOTOGRAFIA - Il David di Donatello per la Migliore fotografia è andato ex aequo a Daria D'Antonio per 'E' stata la mano di Dio' e Michele D'Attanasio per 'Freaks Out'.

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE - Il David di Donatello per la Miglior canzone originale va a 'La profondità degli abissi' di Manuel Agnelli per il film 'Diabolik'.

MIGLIOR ACCONCIATURA - Il David per la Miglior acconciatura va a Marco Perna per il film 'Freaks Out'.

MIGLIOR MONTAGGIO - Il David di Donatello per il Miglior montaggio è andato a Massimo Quaglia e Annalisa Schillaci per 'Ennio' di Giuseppe Tornatore.

MIGLIOR DOCUMENTARIO - Il David di Donatello per il Miglior documentario è andato a 'Ennio' di Giuseppe Tornatore.

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE - Il David di Donatello per la Miglior sceneggiatura non originale è andato a Monica Zapelli e Donatella Di Pietrantoni per 'L'arminuta'.

MIGLIOR COMPOSITORE - Il David di Donatello per il Miglior compositore è andato a Nicola Piovani per il film 'I fratelli De Filippo'.

MIGLIOR TRUCCO - Il David di Donatello per il Miglior trucco è stato assegnato a Diego Prestopino, Emanuele De Luca e Davide De Luca per il film 'Freaks Out'.

MIGLIOR PRODUTTORE - Il David di Donatello per il Miglior produttore è andato a 'Freaks Out', prodotto da Andrea Occhipinti, Stefano Massenzi, Mattia Guerra (Lucky Red) - Gabriele Mainetti (Goon Films) - Rai Cinema.

MIGLIORI EFFETTI VISIVI - Il David di Donatello per i Migliori effetti visivi va a Stefano Leoni per il film 'Freaks Out' di Gabriele Mainetti.

MIGLIOR SUONO - Il David di Donatello per il Miglior suono è andato ai tecnici di 'Ennio', il doc su Ennio Morricone diretto da Giuseppe Tornatore.

DAVID ALLA CARRIERA - "Ringrazio l'Accademia del Cinema Italiano per questo premio ai miei 70 anni di carriera". Così Giovanna Ralli nel ricevere il David di Donatello alla Carriera. Giovanna Ralli racconta di avere iniziato la sua carriera proprio a Cinecittà e ricorda il suo amore per Roma "nonostante sia caotica" e la sua amicizia con Alberto Sordi: "Mi faceva ridere, a volte dovevamo ripetere la scena perché io attaccavo a ridere e lui mi diceva: 'A Giovà, che fai?'". "Grazie a tutti", conclude e dedica il premio "alla mia famiglia che mi ha sempre sostenuto e sempre protetto".

DAVID SPECIALE - "Il primo film che ho fatto era 'Diario di un vizio' di Marco Ferreri ma prima ho fatto una lunga gavetta". Così Sabrina Ferilli, premiata con il David di Donatello Speciale. "Bello ricevere un premio dato a un percorso" ha detto Ferilli, ringraziando "l'Accademia del Cinema che me lo ha dato e la mia famiglia che mi sopporta e per questo merita tanti David di Donatello", ha concluso l'attrice.

DAVID SPECIALE - Consegnato da Paolo Sorrentino ad Antonio Capuano il David Speciale della 67esima edizione dei David di Donatello. "Antonio è maestro di libertà e vitalità, che poi è l'unica cosa che conta molto più della bellezza di un film, la vitalità", ha detto Sorrentino. "Grazie a tutti, non capisco perché applaudiate, io non me lo merito. Ringrazio tutti i componenti dell'Accademia, uno a uno e il premio lo dedico alla mia ragazza che non c'è più...", ha concluso Capuano, accolto da una standing ovation.

DAVID GIOVANI - Il David di Donatello Giovani è andato a 'E' stata la mano di Dio' di Paolo Sorrentino.

La cerimonia dei David di Donatello ha ricordato Monica Vitti scomparsa lo scorso 2 febbraio, con le immagini della grande attrice romana che scorrevano sullo schermo dello studio di Cinecittà e una standing ovation. E ha anche ricordato gli altri artisti scomparsi recentemente.

La guerra tra Russia e Ucraina arriva alla cerimonia dei David di Donatello, senza mai essere nominata, attraverso il ricordo del film di Charlie Chaplin 'Il grande dittatore'. Il conduttore Carlo Conti ricorda il film del 1940 e Drusilla Foer recita alcuni stralci del celebre 'Discorso all'umanità' del film di Chaplin.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli