David Sassoli in ospedale per polmonite

·1 minuto per la lettura
David Sassoli ricoverato polmonite
David Sassoli ricoverato polmonite

David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, è stato ricoverato a causa di una polmonite.

David Sassoli ricoverato per polmonite

Per il presidente del Parlamento europeo è stato necessario il ricovero in ospedale in seguito a una polmonite.

Mercoledì 15 settembre 2021, giorno del discorso sullo Stato dell’Unione della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, Sassoli era assente. A dare l’annuncio era stato il suo portavoce, il quale aveva fatto sapere che il presidente non avrebbe presieduto la plenaria del Parlamento a Strasburgo a causa di un’indisposizione. In una nota era stato specificato che Sassoli è stato sottoposto a tampone dall’esito negativo, ma non erano state rilasciate ulteriori precisazioni.

David Sassoli ricoverato per polmonite: le dichiarazioni del portavoce

Roberto Cuillo, portavoce di David Sassoli, ha divulgato una nota dichiarando: Mercoledì 15 settembre il presidente del Parlamento europeo David Sassoli è stato portato all’Hopital Civil di Strasburgo. Dopo le necessarie visite mediche, gli è stata diagnosticata una polmonite ed è stato immediatamente curato“.

Poi ha rassicurato: “È in buone condizioni”.

David Sassoli ricoverato per polmonite: i messaggi dei colleghi

Dopo aver ricevuto la notizia di David Sassoli, diversi esponenti politici europei hanno inviato i loro messaggi di pronta guarigione. Il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ha scritto su Twitter: “Rimettiti presto caro Davide. Ti auguro una pronta guarigione. Riguardati”.

Manfred Weber, presidente del Partito Popolare Europeo, ha dedicato a Sassoli un pensiero “a nome del gruppo del Ppe” e ha dichiarato: “Ti auguro una pronta guarigione. Guarisci presto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli