David Sassoli ricoverato per polmonite, è in buone condizioni

·1 minuto per la lettura

AGI - "Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, nella serata di mercoledì 15 settembre è stato ricoverato all'Hopital Civil di Strasburgo. Dopo i necessari accertamenti è stata diagnosticata una polmonite, immediatamente trattata con le terapie del caso. Le sue condizioni sono buone".

Lo rende noto Roberto Cuillo, portavoce del presidente Sassoli. 

GUARDA ANCHE - Chi è David Sassoli?

Molti i messaggi di auguri di pronta guarigione condivisi sui social dai politici italiani ed europei. "Caro David, a nome del gruppo del Ppe, ti auguro una pronta guarigione. Guarisci presto!" ha scritto su Twitter il capogruppo del Ppe al Parlamento europeo, Manfred Weber. "Rimettiti presto caro David. Ti auguro una pronta guarigione. Riguardati" le parole del presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, su Twitter.

"Auguri di pronta guarigione e un abbraccio al presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Rimettiti presto David, c'è bisogno del tuo impegno" ha scritto sui social il ministro degli Esteri Di Maio. Parole di vicinanza anche dal premier spagnolo Sanchez sui social: "Presidente Sassoli confido che ti avremo presto di nuovo in prima linea nell'attività politica europea. Sono lieto che ci siano buone notizie riguardo allo stato di salute e ti auguro una pronta guarigione.

"Auguri di pronta guarigione al Presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Ti aspettiamo presto al lavoro!". E' il messaggio di auguri su Twitter del Presidente della Camera Roberto Fico al presidente del parlamento europeo, David Sassoli. Anche il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ha espresso per telefono al Presidente del Parlamento europeo, la vicinanza sua e di tutto il Senato augurandogli una pronta e completa guarigione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli