Davide Oldani: “Milano è una città che accoglie”

Davide Oldani: “Milano è una città che accoglie”

Davide Oldani, lo Chef premiato con l’Ambrogino D’Oro nel 2008, racconta la sua Milano: un tour della città attraverso il racconto di chi è nato e cresciuto nella città meneghina.

Qual è il tuo luogo nascosto di Milano per fare una passeggiata?

Il luogo di Milano che mi piace di più è Corso Magenta, in quanto è quella più collegata alla mia storia.

corso magenta

Cosa ami della tua città?

È una città che accoglie in tutti i sensi: le persone, le nuove idee, le evoluzioni dello stare insieme, il cibo. Amo il fatto di essere in una città importante e grande che si sta ingrandendo sempre di più.

Ci sono mille motivi per amare Milano. Qual è uno per odiarla?

Da milanese assolutamente nessuno. Anzi non la cambierei con nessun’altra città al mondo anche perché sono nato a Milano e sono Ambrogino d’Oro, uno dei più giovani.

davide oldani

Un ricordo legato alla tua infanzia a Milano?

Sono nato a Milano e vissuto a Cornaredo. A quei tempi quando passavamo le nostre giornate a Milano era una grande festa, anche se ci volevano solo 15 minuti per raggiungerla.

Quanto è cambiato il quartiere in cui sei nato?

Il mio quartiere si è evoluto, espanso e si è aggiornato ai tempi nostri con la tecnologia, con l’accoglienza. Secondo me Milano fa da traino a tutto quello che è hinterland.

milano

Qual è il modo di dire milanese che ripeti più spesso?

Te ghe l’oeucc püssée grand del boeucc, che significa hai l’occhio più grande della bocca. È un termine che utilizzo quando non si fa una cosa adatta o quando una cosa non è venuta bene.

Il ristorante dove torni più spesso, quello “del cuore”?

Il ristorante del cuore era una trattoria che frequentavo da piccolo ma che adesso, purtroppo, non c’è più. I ristoranti che frequento a Milano sono vari, non ho un posto fisso ma spesso e volentieri cambio. Mi piace spaziare, mi piace girare dalla pizzeria più importante al cinese, al giapponese o anche a quelli di alcuni colleghi.

Un drink a Milano, dove?

Al Camparino, assolutamente.

camparino in galleria

Cosa manca a Milano?

A Milano non manca nulla perché quello che manca siamo sempre pronti ad accoglierlo, a cercarlo, a includerlo. Siamo sempre in “lavori in corso” in tutti i sensi.