Davide Vittori: M5S non è morto, erano elezioni particolari-VIDEO

Aqu

Roma, 27 gen. (askanews) - Brutta sconfitta per il Movimento Cinque Stelle in questa tornata regionale, ma non è la morte secondo Davide Vittori, ricercatore Luiss e autore del libro "Il valore di uno" (Lup).

"Secondo me il movimento non è morto, perlomeno non si può dire ora; il trend alle regionali è sempre stato più basso rispetto alle elezioni con carattere nazionale. Vedremo soprattutto a marzo e con le prossime regionali quale è la vera portata di questa sconfitta" ha detto Vittori, a margine della serata elettorale Luiss.

"Queste sono state elezioni un po' particolari per il Movimento 5 Stelle, si pensava che non si presentasse neanche, è stata fatta una consultazione interna in cui gli iscritti hanno votato per presentarsi alle elezioni, probabilmente anche andando contro i desiderata della leadership. E' stata una campagna elettorale sottotono in entrambe le regioni e i risultati sono quello che sono".

"La logica del voto utile ha penalizzato i candidati; in Emilia Romagna alcuni consiglieri hanno fatto appello al voto disgiunto in funzione anti Salvini, e questo ovviamente scoraggia un elettorato come quello a Cinque stelle" prosegue Vittori."La tanto odiata Prima Repubblica si è vendicata: Andreotti diceva che il potere logora chi non ce l'ha, il Movimento invece è stato logorato proprio dal governo".

Il video su Askanews.it