Dazi: Conte, 'no a escalation a vantaggio soli competitor internazionali'

Dazi: Conte, 'no a escalation a vantaggio soli competitor internazionali'

Roma, 6 feb. (Adnkronos) – "La questione dei dazi ha sempre occupato un posto di rilievo in tutte le numerose consultazioni ad altissimo livello che abbiamo avuto con gli Stati Uniti: oltre alla visita del Presidente Mattarella a Washington a metà ottobre, nel mio colloquio con il Presidente Trump, in quello con il vice presidente Pence a Roma, nelle visite del ministro Di Maio a Washington e del Segretario di Stato Pompeo a Roma. Abbiamo sempre ricordando non solo la specifica posizione dell’Italia ma, in senso più generale e strategico l’interesse nostro, dell’Europa, e degli stessi Stati Uniti, a evitare una escalation commerciale di cui si avvantaggerebbero solo i nostri competitor internazionali". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, rispondendo a un question time al Senato sui dazi.

"Dobbiamo operare – ha rimarcato il presidente del Consiglio – perché si sviluppi fra Washington e Bruxelles un’agenda positiva in materia economico-commerciale. In parallelo, stiamo sostenendo la nuova Commissione europea nella ricerca di una soluzione negoziale con gli Stati Uniti, anche in considerazione della disputa parallela presso il Wto sui sussidi Usa alla Boeing, la cui sentenza di arbitrato potrebbe a sua volta consentire all’Unione europea di applicare dazi nei confronti dell’industria aeronautica americana. Nel corso della mia missione a Bruxelles, martedì, ho espresso alla presidente Von der Leyen, il mio pieno sostegno al determinato impegno per favorire un negoziato costruttivo".