Dazi, Più Europa: Di Maio voleva dazi, eccoli

Pol/Vlm

Roma, 3 ott. (askanews) - "È in corso un processo di rimozione e di perdita della memoria collettiva sulle posizioni ideologiche anti-mercato e anti-sviluppo assunte dal Movimento 5 Stelle in questi anni e che oggi stanno producendo i loro effetti negativi sulla nostra economia. Primo tra tutti, il protezionismo economico che adesso si abbatte sui prodotti italiani". Lo dichiara Giordano Masini, coordinatore della segreteria di Più Europa.

"Luigi Di Maio, che fino a qualche mese fa invocava i dazi, pare essersi reso conto solo ora dei danni provocati dall'ideologia che lo ha portato al governo. Ben svegliato! Di Maio e Salvini, come anche Trump, sono della stessa pasta e - conclude Masini - producono gli stessi danni all'Italia, alle imprese italiane e ai lavoratori italiani. Basta ipocrisie".