Dazi, Trump: "Vicini ad accordo con Cina". E le Borse volano

webinfo@adnkronos.com

"Siamo molto vicini ad un grande accordo con la Cina". E' quanto annuncia su Twitter Donald Trump, con un cambio di tono rispetto a recenti dichiarazioni con la quali aveva suggerito di essere pronto ad aspettare fino a dopo le elezioni del novembre 2020 per chiudere la guerra commerciale con Pechino. "Loro lo vogliono e anche noi", ha scritto ancora riferendosi all'accordo commerciale che Washington e Pechino stanno negoziando da mesi.  

Il presidente ha già fatto diverse volte annunci come quello di oggi, parlando delle parti ormai pronte a finalizzare l'accordo che poi, invece, è tornato in discussione. All'inizio di ottobre, Trump aveva detto che Pechino e Washington avevano trovato una "fase uno" dell'intesa sui prodotti agricoli, servizi finanziari ed alcune delle questioni sulla proprietà intellettuale. Ma le parti poi nei due mesi seguiti non hanno mai firmate nessun accordo formale e Trump nelle scorse settimane sembrava più propenso ad un ulteriore prolungarsi delle trattative. 

E come già successo numerosissime volte negli ultimi mesi, a decidere la direzionalità dei mercati europei sono state le dichiarazioni di Trump. Dichiarazioni che hanno fatto passare in secondo piano la prima riunione della Banca centrale europea sotto la guida di Christine Lagarde, che ha confermato la necessità per Eurolandia di una politica monetaria ''altamente accomodante'', e le elezioni britanniche, un passaggio decisivo in vista dell'uscita di Londra dall'Unione Europea. In questo contesto il paniere principale di Piazza Affari, il Ftse Mib ha terminato in rialzo dell'1,02% a 23.390,95 punti.