Dc, Gargani: "Andreotti cinico e vuoto? E' il contrario, Calenda invece letteratura minore"

(Adnkronos) - "La letteratura racconta un Andreotti cinico ma i diari e il profilo della sua vita hanno dimostrato il contrario. Calenda invece rappresenta una letteratura minore, che non esiste". Così il democristiano di ferro Giuseppe Gargani commenta all'Adnkronos quanto affermato da Carlo Calenda che intervistato su La Repubblica afferma di aver sempre considerato Andreotti "una figura vuota e pure cinica".

"Vuoto? Il fatto che fosse uno statista lo racconta la storia e mi dispiace riscontrare che Calenda non sia al passo, visto che siamo già nella seconda repubblica ed Andreotti era un personaggio della prima Repubblica", ironizza il politico. "Considero Calenda un uomo più di governo che politico, come lo fu Andreotti. Mi meraviglia quindi che il leader di Azione non apprezzi e valuti questa caratteristica universale dell'essere statista, come lo fu Andreotti". (Roberta Lanzara)