Dc: Gerardo Bianco compie novant'anni, gli auguri da Castagnetti e Rotondi

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 set. (Adnkronos) – Ha compiuto ieri novant'anni Gerardo Bianco, esponente Dc di lungo corso, capogruppo alla Camera dal 1979 al 1983 e poi tra il 1992 e il 1994. Vicepresidente dell'Assemblea di Montecitorio tra il 1987 e il 1990, quando divenne ministro della Pubblica istruzione nel sesto Governo Andreotti, sostituendo Sergio Mattarella dimessosi con i ministri della sinistra Dc durante l'iter della legge Mammì sulle telecomunicazioni.

All'alba della cosiddetta seconda Repubblica, si schierò contro la scelta di Rocco Buttiglione di schierare il Ppi nel centrodestra e dopo la scissione che ne seguì nel 1995 assunse la segreteria del partito, contribuendo alla nascita dell'Ulivo. 'Jerry White', come venne simpaticamente soprannominato, restò alla guida dei Popolari fino all'inizio del 1997, quando fu nominato presidente fino al 2000. Tra il 1994 e il 1999 fu europarlamentare.

"Gerardo Bianco ne fa novanta. Una vita spesa per la politica, sempre dalla parte dell’idea democratico cristiana, e la cultura. Uno dei maggiori latinisti e meridionalisti. Un onore, oltre che un grande alimento spirituale, la sua amicizia. Ricambiata con gratitudine’’, scrive su Twitter Pierluigi Castagnetti. ’’Per scaramanzia -ritwitta Gianfranco Rotondi- (siamo campani, niente di male) avevo taciuto la ricorrenza, ma Pierluigi rompe l’omertà, e dunque: viva Gerardo Bianco, ora e sempre giovane leader dei peones democristiani, o -come dice Zichichi- semplicemente il più onesto dei Dc’’.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli