Ddl Concorrenza, salta la norma sui notai

·1 minuto per la lettura

A quanto apprende l'Adnkronos da fonti di governo, sarebbe saltata la norma contenuta nel ddl Concorrenza - oggi all'esame del Cdm - che consentiva ai notai di esercitare in tutta Italia, al di fuori dunque del distretto di appartenenza e della Regione di assegnazione. Una norma che, di fatto, puntava su una maggiore mobilità del notariato.

Già ieri, nel corso della cabina di regia a Palazzo Chigi col premier Mario Draghi, alcune forze politiche avevano sollevato dubbi, preoccupate dalla possibilità che i notai puntassero su zone più redditizie abbandonando quelle più modeste a cui erano assegnati, tanto che il presidente del Consiglio aveva assicurato una riflessione aggiuntiva in merito. Nell'ultima bozza la parte sulla mobilità del notariato sarebbe stata sbianchettata.

Al primo punto dell'ordine del giorno del Consiglio dei ministri convocato alle 16 a Palazzo Chigi figura, come da attese, il "disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza". Seguono 18 decreti legislativi di attuazione e recepimenti di direttive Ue. Tra questi, uno riguarda il "rafforzamento di alcuni aspetti della presunzione di innocenza e del diretto di presenziare al processo dei procedimenti penali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli