Ddl sport, Cangini (Fi): Giorgetti e Lega puntano a suo forziere

Pol/Bac

Roma, 6 ago. (askanews) - "Questo è un provvedimento piovuto dall'alto, dall'altissimo, arrivato in Senato praticamente blindato. E' chiaro che in queste ore tra Governo e Coni è in corso uno scontro di potere ed altrettanto chiaro che l'obiettivo della Lega e soprattutto del sottosegretario Giorgetti è quello di mettere le mani sul forziere del Coni e creare, attraverso le Federazioni, una rete di consensi. In altre parole si punta ai soldi e ai voti". Lo ha detto il senatore di Forza Italia, Andrea Cangini, nel corso del dibattito sulla riforma del Coni in corso a palazzo Madama.

"Non è piacevole trattare lo sport come sta facendo il Governo. Probabilmente De Coubertin si starà rivoltando nella tomba ma questo purtroppo è l'approccio del Governo e l'atteggiamento della maggioranza, passivo e remissivo, che prende per buono ciò che le viene imposto", ha aggiunto il parlamentare azzurro. "Al Governo, che definiva fantasiosa il rischio di esclusione dai Giochi olimpici vogliamo ricordare - ha concluso Cangini - che la sola ipotesi lede gravemente l'immagine del Paese".